L’Associazione Internazionale per il Maladaptive Daydreaming

Un’enorme conquista per il maladaptive daydreaming

Siamo orgogliosi di annunciare la nascita dell’International Society for Maladaptive Daydreaming (ISMD), ovvero l’associazione non profit internazionale dedicata al problema psicologico del MD.

Questa nuova associazione è un’entità indipendente da quella italiana, ma le due realtà sono connesse: l’associazione italiana è stata infatti il modello per quella internazionale (essendo di fatto la prima associazione al mondo su questo argomento).

Anche l’associazione internazionale è formalmente registrata in Italia. Valeria Franco, presidente dell’associazione italiana e socio fondatore di ISMD, ha portato a termine il complesso percorso di richiesta di attribuzione del codice fiscale e di deposito dello Statuto Associativo presso l’Agenzia delle Entrate.

Un team internazionale

La presidente i ISMD è la Dottoressa Nirit Soffer Dudek, storica collaboratrice di Eli Somer ed una delle massime esperte mondiali sul maladaptive daydreaming, nonché su altri temi fondamentali, come il sonno e la coscienza.

Eli Somer stesso è consulente del consiglio direttivo (board of directors), che è composto, oltre a Nirit Soffer Dudek e a Valeria Franco, anche alla britannica Amy Lucas, le americane Jayne Bigelsen e Hildy Wen e al brasiliano Ramiro Catelan.

Obiettivi e scopo

L’associazione internazionale ha come scopo primario l’aumento della consapevolezza nei confronti del maladaptive daydreaming. L’esistenza di una vera associazione può essere un primo step verso ulteriori evoluzioni ed una struttura più complessa in futuro.

Ciò che è fondamentale è proprio l’esistenza di un’organizzazione come ente, con una propria autonomia, che permette di raccogliere fondi e di agire in nome della stessa e non di singoli individui.

Attività

Le attività che l’Associazione Internazionale propone in questo primo anno di attività sono dei webinars riservati ai soci, erogati da importanti studiosi, con l’opportunità da parte di chi partecipa di porgere domande e interagire direttamente con gli esperti.

Ci sono moltissime altre idee nel cassetto: non resta che rimanere connessi con questa realtà ed aiutarla a crescere.

A questo link potete trovare il sito di ISMD, con i vari social media di riferimento: seguiteli! >> LINK

Articoli connessi

Commenti

Translate »