Università di Pavia: partecipa alla ricerca di neuroscienze cognitive

L’Università degli Studi di Pavia, in collaborazione con l’Università Paris Cité e l’Università La Sapienza di Roma, sta svolgendo uno studio sulla capacità della musica di modulare gli stati mentali e di assorbimento.

 

Stiamo cercando volontari!

 

L’obiettivo dello studio è capire se e come la musica possa favorire degli episodi di daydreaming (“sognare ad occhi aperti”), anche nella loro forma patologica (come accade nel maladaptive daydreaming).

 

Per farlo, ai volontari verrà richiesto di compilare un questionario online per una durata di circa 40 minuti. Le diverse domande investigheranno non solo le esperienze di daydreaming, ma anche il rapporto degli individui con la musica e con il proprio corpo.

I risultati di questo studio interuniversitario saranno fondamentali per comprendere il fenomeno del maladaptive daydreaming, i meccanismi regolatori di base e le sue possibili modulazioni. Tali risultatiporranno le basi per lo studio, attraverso i metodi delle neuroscienze cognitive, delle cause del maladaptive daydreaming e, in prospettiva, per interventi mirati a ridurne l’impatto sul benessere psicologico.

 

Vuoi aiutarci nella ricerca?

Aiutaci a diffondere il questionario e clicca qui per partecipare

Gli obiettivi dello studio e i suoi risultati principali saranno discussi attraverso incontri interattivi con i ricercatori organizzati dall’associazione Maladaptive Daydreaming Italia.

Related Articles

Responses

Translate »